Spettacoli

Un calorosissimo Ferzan Özpetek al Taormina Film Fest

Un calorosissimo Ferzan Özpetek, nel Palazzo dei Congressi, a Taormina, per lo spettacolo One man show, Ferzaneide. Il regista si è calato in un monologo, melanconico – ironico, della durata di un’ora per la 68° edizione Taormina Film Festival, unica sua data estiva.
Ferzan Özpetek ironico e sensibile ha aggraziato il pubblico della sala e lo staff condividendo e narrando, tra i titoli del gobbo, il filo sentimentale che lo ha reso il regista a noi noto.
Dalla sua amica che lo chiama dicendogli: Ferzan ma il tuo film in sala a Giugno non può andare, hai Saturno Contro – eccone il titolo-. Ai bonazzi del bagno turco, Hamam. Alle Fate ignoranti, con sono ya.
Tutti ricordi vissuti ed impressi nei suoi capolavori. Un uomo e la storia.
Al sentimentalismo espresso verso l’iconica donna della sua vita, sua madre, che lo tira da un braccio e gli dice: Ferzan, guardami negli occhi, tu un altro uomo come lui non lo trovi, non fartelo scappare.
Poi ancora racconti sul padre, più serioso, a cui non si è mai confessato ed aperto che aveva ogni suo articolo nel comodino in camera da letto. Esprime: «Io e Papà non ci siamo capiti, forse chi lo sa in un altra vita e chiede, tra il silenzio del pubblico, voi credete ci sia?».
Al ricordo dei fratelli tutti cari, sottolineandone la memoria dell’unico scomparso. Ed alla nipote che alla domanda ma lo zio Ferzan e lo zio Simone sono gay? Esulta con l’importante è che si amino.
E l’amicizia per la donna nella comitiva che desiderava un figlio a cui pagano l’inseminazione artificiale da cui nasce la bellissima Sari, la ragazza che ha tanti zii.
Senza dubbio uno spettacolo molto coinvolgente per tutti i suoi fan, che in finale sono stati omaggiati di qualche scatto assieme ed autografi.

Articoli correlati

Back to top button
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: