Eccellenze

Consegnati i premi “Donne a gonfie vele” 2024

Figure politiche, intellettuali, docenti universitarie, artiste, sportive, ballerine e cantanti, sono state le protagoniste del talk “Donne a gonfie vele” 2024, promosso da LNI di Riposto, in collaborazione con il Marina ripostese e l’Istituto d’ Istruzione di Riposto, che ha ospitato all’ interno della sua aula magna l’evento, patrocinato dai Comuni di Riposto, Giarre e Mascali, con  la direzione artistica di Antonio Saeli management.

Un evento organizzato, in occasione della Giornata Internazionale della Donna, per celebrare la donna ed i suoi successi raggiunti in vari campi e per evidenziare nei giovani studenti, destinatari dell’incontro, il ruolo di donne in carriera, veri esempi in cui determinazione, studio e passione, possano fare superare qualsiasi limite per raggiungere i propri obiettivi.

Il talk ideato e condotto dalla giornalista Patrizia Tirendi, è stato aperto dai video saluti del presidente LNI ammiraglio di squadra Donato Marzano e dal ministro per la Protezione civile e del mare, senatore Nello Musumeci, alla presenza dei primi cittadini dei comuni ionici di Riposto, Giarre e Mascali rispettivamente: Davide Vasta, Leo Cantarella e Luigi Messina, e delle autorità civili, militari e religiose del territorio. In rappresentanza delle Forze armate hanno preso la parola: il contrammiraglio Massimo Scialpi del Comando marittimo Sicilia, il c.f Francesco Cimmino, il contrammiraglio Antonio Ranieri, direttore marittimo Sicilia orientale e commissario dell’autorità portuale dello Stretto, il contrammiraglio Agatino Catania delegato nazionale LNI Sicilia orientale.

Il ministro Musumeci ha sottolineato che la donna non va celebrata solo l’8 marzo,

Rivendichiamo -ha detto- le esigenze delle pari opportunità, fermiamo la mano della violenza, ripristiniamo il rispetto dei diritti , guardiamo  oltre le mura domestiche , che sono spesso testimoni di violenza, e guardiamo al mondo e a quello che succede a poche ore di volo da casa nostra, dove donne e bambini civili vengono massacrati”.

Come padrona di casa a dare il benvenuto agli ospiti, il d.s dell’IIS di Riposto, Rosalba Mingiardi, felice di ospitare l’evento in rosa dedicato alla donna, fulcro della società, compartecipe alla realizzazione di una società migliore equa e democratica.

Molto emozionato e felice allo stesso tempo il presidente di LNI sezione di Riposto, Giuseppe Ballistreri, che ha ringraziato, per il successo della manifestazione tutto il direttivo e le tantissime autorità presenti e le illustri ospiti.

A interagire con la giornalista Patrizia Tirendi, collegate da remoto la donna dei record, l’ex pallanuotista Giusi Malato, allenatrice di pallanuoto serie A, campionessa olimpica e mondiale con la Nazionale italiana e la professoressa Elisabetta Trenta, già ministro della Difesa della Repubblica italiana, che hanno raccontato delle loro carriere, dei sacrifici e delle rinunce, ma anche dei tanti successi conseguiti. Presenti con un loro messaggio il prefetto Maria Luisa Pellizzari, commissario straordinario per le persone scomparse ed il magistrato Marisa Scavo, procuratore della Repubblica aggiunto presso il Tribunale di Catania. La senatrice Cinzia Pellegrino, coordinatore nazionale del Dipartimento tutela delle vittime ha parlato del suo grande interesse, fin da giovanissima per la politica e del suo quotidiano impegno per la tutela dei diritti umani e riportare la società a ridefinire i ruoli dell’uomo e della donna, ricoprendo la loro identità contro ogni devianza femminista e gender. La professoressa Daniela Mainenti, docente di diritto processuale penale comparato, presso la facoltà di Economia e Governo di Impresa dell’università internazionale UniNettuno, ha spiegato il suo ruolo ed i suoi studi nel comitato scientifico UNIYMCA, membro consultivo dell’ Onu e UNESCO, presente negli scenari di guerra , a sostegno della salvaguardia del mare e dell’ ambiente. La scrittrice, la professoressa Candida Ippolito, ha parlato non solo del suo ruolo di autrice di romanzi, ma anche di insegnante e del grande potere assegnato alla scrittura nei giovani.  La ballerina professionista, insegnante di ballo professionista, Lia Lupica, ha parlato del suo grande amore per la danza, che l’ha portata a conseguire grandi successi e a farne la sua professione primaria, dirigendo una scuola di danza  e la cantante , attrice ed insegnante di canto Samantha Polizzi,  che oltre alle sue bellissime perfomance canore, ha spronato i ragazzi a credere in loro stessi e nei loro sogni, cosi come ha fatto lei.  Queste eccellenze in rosa e strong women, che hanno raccontato le loro esperienze di vita e le diverse carriere professionali, hanno fornito, alle giovani generazioni, presenti in sala, validi esempi di donne che, grazie alla loro preparazione e determinazione, hanno superato qualsiasi ostacolo per il raggiungimento dei loro obiettivi e che, grazie alla loro tenacia e determinazione, hanno raggiunto brillanti successi nei loro ambiti professionali. Alle donne a gonfie vele sono stati consegnati dei quadri, raffiguranti delle vele in alto mare, realizzati dall’artista Grazia Russo. Gli studenti sono intervenuti porgendo alle donne in carriera tante domande. 

Articoli correlati

Back to top button
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: