Cronaca

Etna: una coltre di cenere ricopre Taormina e arriva fino in Calabria

Una vera e propria “ondata” nera si è abbattuta in direzione Nord-Est dell’Etna. Ancora una volta, la “Montagna” ha regalato la sua cenere, cospargendola sul versante Nord-Est. Una copiosa ricaduta si è registrata su Taormina, nel Messinese. La nube lavica alta ben 9 chilometri dalla cima del Vulcano ha ricoperto persino la costa calabrese. Inoltre, sul lato a Sud del cratere Bocca Nuova, c’è stata una notevole fuoriuscita di materiale lavico con “pallettoni” di grandi dimensioni. Tutto ciò è accaduto su una zona desertica e sommitale. È quanto è emerso dai sopralluoghi eseguiti dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, Osservatorio etneo di Catania. Buone le notizie per i viaggiatori che hanno potuto prendere il proprio volo e rispettare la partenza. L’aeroporto “Fontanarossa” di Catania è rimasto, infatti, operativo.

Articoli correlati

Back to top button